Misure per il sostegno delle imprese del DL Sostegni-bis


Proroga della moratoria per le PMI e della garanzia SACE e PMI (Bozza DL Sostegni-bis).

È prevista la proroga fino al 31 dicembre 2021, relativamente alla sola quota capitale, della moratoria sui per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale (art. 56, co. 2, lett. c), D.L. n. 18/2020). Dalla proroga sono state escluse le misure per le aperture di credito a revoca e per i prestiti accordati e per i prestiti non rateali (art. 56, co. 2, lett. a) e b), D.L. n. 18/2020), stante la difficoltà di configurare per tali misure una sospensione limitata alla sola quota interessi.
La proroga, inoltre, non opererebbe più in maniera automatica, ma su richiesta dell’impresa beneficiaria in base al medesimo meccanismo di autocertificazione.
Tali disposizioni operano in conformità all’autorizzazione della Commissione europea ai sensi dell’articolo 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea

È prevista la proroga al 31 dicembre 2021 del regime di Temporary Framework, in linea con il Quadro temporaneo, da ultimo esteso dalla Commissione al 31 dicembre 2021, per le garanzie disposte dall’articolo 1, DL liquidità (Garanzia Italia rilasciata da SACE S.p.A.) e la riduzione, a decorrere dall’1° luglio 2021, dal 100% al 90% dell’entità della garanzia suscettibile di rilascio per i nuovi finanziamenti concessi da banche, intermediari finanziari e dagli altri soggetti abilitati alla concessione di credito in favore di piccole e medie imprese e di persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, di associazioni professionali e di società tra professionisti nonché di persone fisiche esercenti attività di cui alla sezione K del codice ATECO la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19, di cui all’articolo 13, comma 1, lett. m) DL liquidità.
Inoltre, previa autorizzazione della Commissione europea, si prevede l’inserimento di una nuova lettera c-bis nel comma 1 dell’articolo 13 DL 23/2020, che consente, a partire dal 1° luglio 2021, sia per le nuove operazioni che per le operazioni in essere, la proroga delle garanzie e dei finanziamenti garantiti, a fronte di una rimodulazione della copertura della garanzia e del pagamento di un premio, in linea con quanto previsto dal paragrafo 25, lett. b) della Sezione 3.2. del Temporary Framework.